Contatti

Per contattarmi in materia di traduzioni & dintorni (nello specifico, sono interessato soprattutto alla traduzione dall’inglese di libri – saggistica varia, narrativa, non-fiction, biografie, giornalismo narrativo – e in generale di testi per l’editoria, purché di buona qualità. Sono altresì disponibile a revisioni di traduzioni e correzioni di bozze, nonché a schede di lettura e attività di scouting. Il tutto, solo se a tariffe congrue e con pagamenti puntuali), o per altre questioni serie, scrivi a
scrivi a

Meglio ancora, specie per richieste urgenti, se telefoni subito al +39 329 6140786.

Previo avviso, puoi inoltre cercarmi su Skype, sul profilo nazzarem.

NB: sono io che cerco lavori, non io che ne offro. Quindi, se sei un traduttore o una traduttrice, per favore non spedirmi un curriculum vitae, ché non servirebbe a niente.

Presenza in rete

Per entrare a far parte della mia rete professionale su LinkedIn vai alla pagina
http://www.linkedin.com/in/nazzarenomataldi.

A periodi alterni, ma senza particolare entusiasmo, sono anche su Facebook:
http://www.facebook.com/nazzarenomataldi.

Dopo lunga pausa, più continuo e migliore è il rapporto con Twitter: @ennemme.

Per sfuggire al dispersivo e al frammentario, dunque per proporre delle “storie”, ovvero per testi non stringati e banali, l’idea era intensificare e perfezionare l’uso di Medium, ma non se ne è fatto molto. In pratica, si tratta di un altro dei “cantieri” in rete presto o tardi abbandonati:
http://medium.com/@ennemme.

Scarsissima cura, ormai, anche per il profilo su Goodreads, per l’annotazione delle ultime letture:
http://www.goodreads.com/nmataldi.

Qualche scatto a cui tengo, invece, ogni tanto finisce su 500px:
http://500px.com/nazza.

Per il resto, fa fede il presente blog-sito personale:
https://nazzarenomataldi.com/.

 

***

Il grosso dell’attività online, in ogni caso, fa sostanzialmente riferimento al passato, con un blog – di citazioni, segnalazioni, note fugaci e altri piccoli sfizi – che ho tenuto dal 2004 al 2012:
http://fogliedivite.wordpress.com.

Ancora prima, dal 1998 al 2005, piuttosto intensa la partecipazione a diverse liste di discussione per traduttori: su tutte, prima l’internazionale Lantra-L, poi le italiane Langit e Biblit. In quest’ultima, in particolare, nel 2003 fui tra gli autori e i coordinatori della lettera aperta alla stampa dei cosiddetti Cavalieri erranti della letteratura. Oggi risulto invece iscritto solo a Qwerty, ma con una partecipazione molto sporadica.

***

Un’idea di fondo in questo molteplice utilizzo delle varie piattaforme e risorse online: la curiosità e un forte bisogno di sperimentare (anche a rischio di commettere strada facendo non pochi errori) i nuovi strumenti che via via si rendono disponibili, nessuno dei quali sarà mai quello definitivo. Per dirla con Fabio Metitieri (da Il grande inganno del Web 2.0, Editori Laterza, Roma-Bari 2009, p. 122):

[…] non penso che esista in Internet un mezzo di comunicazione o un ambiente che sia migliore in assoluto. Tutto può essere utile, anche i blog naturalmente, e la scelta di una soluzione o di un’altra dipende solo da che cosa si vuole fare e dalle proprie preferenze; sconsiglio comunque di innamorarsi e di fissarsi su un solo strumento perché ritengo che sia molto interessante provare in continuazione cose nuove e tenere sempre molte porte aperte.

(Ultimo aggiornamento: 25 settembre 2017)