Lavorando con la legna

Non c’è niente di norvegese nel mio rapporto con la legna. Però c’è un fatto: quando lavoro di motosega, scure, cunei, mazza e – da qualche mese – spaccalegna (l’età comincia a farsi sentire, inutile girarci intorno; e se ti si secca una quercia secolare, hai voglia ad adoperare solo scure, mazza e cunei: non finisci più), entro in un’altra […]

Continua a leggere

E poche chiacchiere

Fremono già i lavori di fuori; con le prime belle giornate dall’inizio dell’anno, i più vecchi hanno già ripreso grinta dopo la terribile neve di gennaio e la pioggia incessante di inizio febbraio, e per quello che possono già fanno ordine, ripuliscono, rassettano, non aspettano, non stanno a guardare, non ci sono abituati, sanno che non bisogna perdere tempo, che bisogna […]

Continua a leggere

Una generazione al massimo

L’ennesimo funerale. Nel paese di residenza – ma un po’ ovunque, in Italia, pare di capire – sono già diversi anni che la fascia d’età 70-80-90 perde componenti a ritmi accelerati (fenomeno peraltro accentuato anche tra le fasce più giovani, comprese le giovanissime, purtroppo). Per un lungo periodo questa generazione è stata l’incarnazione stessa dell’aumento della durata della vita media, […]

Continua a leggere

La battaglia quotidiana per «una vita decente»

Un giorno dovrò tornare seriamente sulla traduzione di L’uomo che scrisse il romanzo perfetto, di Charles J. Shields (Fazi Editore, 2016). Un libro che più di altri mi è piaciuto (co)tradurre, avendolo subito sentito “mio” (non ultimo, non lo nego, per la comune estrazione contadina con John Williams); che davvero credo mi abbia detto e dato più di altri; e […]

Continua a leggere
1 3 4 5 6 7 18