Interludio #8

Poteva sembrare difficile all’inizio, dando l’impressione che non ce l’avrebbe fatta mai e poi mai: non a interrompere qualcosa momentaneamente, quanto a venirne fuori del tutto.

La verità era che desistere per sempre era tra le cose più facili che ci fossero, di rado costava la grande fatica che poteva apparire in principio.

A volte, andava detto, era un peccato, un altro cantiere lasciato a metà, un’altra storia – magari promettente – smessa lì perché troppo snervante, urticante, debilitante.

Altre volte, però, desistere era proprio quello che ci voleva in quel preciso momento, il taglio necessario per provare a riprendere i fili della propria vita, smettendo di consumarsi per (quasi) niente e ricreando spazio per nuove storie o riannodarne di vecchie.