Credersela?

Credersela: quanto è importante oggi, e quanto fa la differenza tra chi fa strada e chi no. Chi invece proprio non riesce a darsi delle arie, né è per niente – o non è più troppo – interessato a frequentare gli ambienti, le cerchie, le persone che viceversa hanno l’aria di contare, badando semmai a starsene quanto più in disparte, […]

Continua a leggere

La distanza

I nostri mondi separati, le nostre vite disgiunte, quella distanza che crediamo di poter superare con un clic, un messaggino o un pronto e invece è sempre lì, una barriera insidiosa, un macigno sempre pronto a rotolare giù e a travolgere tutto se appena si stacca dalla sua base un sassolino di troppo o una volta di più ci si […]

Continua a leggere

Sulle “strade dell’amore”

Cicloturista della domenica molto arrugginito (più di dieci mesi che non saliva in sella alla sua rossa bici da corsa) il mattino del solstizio d’estate non riesce a trattenersi dal tornare a pedalare. Malgrado la consistente stanchezza fisica accumulata nei giorni e nelle settimane precedenti, prende così la via del mare, una trentina di chilometri da casa: perché sarà pure […]

Continua a leggere

Buono o cattivo, indovinato o sbagliato…

“Non hai un’alta opinione delle donne, specie quelle della tua/nostra generazione, vero?” “Vero. Se per questo, nemmeno degli uomini della nostra generazione – me per primo, sia chiaro – ho una buona considerazione. Anzi, in gran parte li apprezzo ancor meno delle donne. Le quali, in tanti casi, pur con i loro limiti (uno su tutti: aver fatto – e, […]

Continua a leggere

Un anno, anche due, anche più

Un anno, anche due, anche più, prima di poter pervenire, compiutamente, a una nuova idea di sé nel mondo. Il passaggio da una fase all’altra della propria vita richiede sempre un’incredibile quantità di tempo. C’è un tarlo prima che comincia a scavare di nascosto in profondità; e quando in superficie inizia a emergere quella polverina fine, simbolo di qualcosa che […]

Continua a leggere
1 2