Per una eliminazione delle feste e dei movimenti superflui

Le feste infrasettimanali sarebbero da eliminare; e i ponti, se non da abolire del tutto, da ridurre al minimo oppure concentrare in autunno e in inverno. Perché, quando avresti più bisogno di continuità e concentrazione nel tuo lavoro, puntualmente interrompono ciò a cui ti stavi dedicando con discreto impegno, pur districandoti a fatica fra le immancabili complicazioni quotidiane. Perché, pur […]

Continua a leggere

Tra mare e collina

Reduce da una inusitata domenica di inizio novembre al mare, e incantato dai colori delle prime colline del teramano, eccezionalmente un post di sole foto. (Al momento, con ogni evidenza, di meglio non c’è.) Al #mare a #novembre #Ortona #LidoSaraceni. pic.twitter.com/GSC1QJAVvd — (@ennemme) 10 Novembre 2014 #autunno #teramano #MontiGemelli #ValVibrata @paesaggiabruzzo pic.twitter.com/BVmGkvhoOY — (@ennemme) 10 Novembre 2014 “I love #autumn,” […]

Continua a leggere

Tutto lì

Ancora una volta, ancora un addio. Cominciava a essere stancante, ne aveva piena coscienza. Ma così era: qualunque fosse il contesto in cui si trovava a operare, e qualunque fosse il grado di coinvolgimento emotivo o professionale, a un certo punto se ne doveva venir via. Sentiva il richiamo imperioso di riprendere con più intensità e profondità una ricerca più […]

Continua a leggere

E di bello in questi giorni?

Di bello, in questi giorni settembrini di cielo molto spesso coperto e di pioggia frequente, leggo. Leggo libri, in massima parte. Libri in inglese, perlopiù. Libri a tutto campo. Saggistica, in prevalenza, ma anche buona narrativa. Su carta e anche su Kindle. Libri appena usciti e anche libri usati o presi in biblioteca. Leggo, in ogni caso, più che posso, […]

Continua a leggere

L’attimo sospeso tra un prima e un poi

Ultima domenica di marzo, al cambio d’orario. Più fine aprile, in realtà; quasi inizio maggio. Con il vantaggio di spiagge ancora poco o per nulla frequentate. Sui moli sì, un’allegra sfilata di gente già prima pranzo e più ancora al primo pomeriggio. Ma le spiagge no: le più belle, le più appartate, le più estese, le più libere, sono ancora […]

Continua a leggere
1 2